Spiritualità evangelica

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Spiritualità evangelica

 

Abbiamo letto qualche brano dei Vangeli al catechismo, forse qualche brano lo sentiamo alla Messa, forse certi passi che conosciamo dei Vangeli ci sembrano scontati oppure banali, adatti ai bambini.

Eppure esso è un testo che ha attraversato questi duemila anni qui in Occidente e non solo qui.

Eppure ci sono autori della letteratura mondiale che hanno costruito sui Vangeli la loro opera immortale (ad esempio Dostoevskij) e nei quali il messaggio evangelico è vivo e porta nuova luce sul mistero dell'uomo.

Oggi vorrei provare a leggere il Vangelo insieme in modo nuovo, non come si faceva tradizionalmente cioè cercandoci delle verità per la salvezza dopo la morte o delle regole da seguire per essere in grazia di Dio.

Faremo un tipo di lettura che va bene per tutti noi, sia che siamo cristiani o atei o dubbiosi o delusi dalla religione o indifferenti o appartenenti a religioni non cristiane...... comunque siamo persone umane, siete ragazzi e ragazze insieme che si parlano, che cercano qualcosa, qualcosa di buono.

La domanda che vi pongo e mi pongo è: possiamo oggi nel 2012 trovare nel messaggio evangelico un'indicazione sull'uomo e sulla vita nel mondo, una luce che ci possa far sopportare di esistere, che ci possa far affrontare la tristezza, l'angoscia, l'avvilimento, che ci apra una possibilità di vita buona insieme? E ancora: possiamo trovare in quel libretto degli spunti, degli indizi che ci aiutino a strappare dall'autodistruzione l'umanità in cui noi siamo?

 

Provo dunque a farvi un elenco di possibili elementi di una spiritualità evangelica per riuscire a capire che cosa vuol dire avere un modo di sentire evangelico. Per far questo prendo spunto non solo dai quattro Vangeli ma anche dalle lettere degli apostoli del Nuovo Testamento.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Avere un modo di sentire evangelico oggi significa:

 

  • 1) Sentire la vita come un dono. Provare stupore e gratitudine per questo dono.

  • 2) Sentire che tutti siamo figli di Dio, che ogni persona è sacra, che c'è la presenza di Dio in lui. Nessuno è un verme o un maledetto.

  • 3) Sentire che siamo tutti collegati, che c'è una famiglia umana e che c'è anche una comunione cosmica che coinvolge tutte le creature. Non siamo individui isolati ma siamo dentro questa avventura comune.

  • 4) Sentire che ogni relazione è sacra, che ogni incontro è prezioso.

  • 5) Sentire che Dio ci sostiene, ci guarisce: vuole che noi viviamo, che siamo nella pace, nella gioia, nella pienezza.

  • 6) Sentire che ciascuno di noi ha una vocazione e che, se non la adempie, nessun altro potrà farlo al suo posto: resterà un vuoto nell'universo.

  • 7) Sentire l'esigenza di una trasformazione interiore con la quale lasciar cadere il nostro ego (il nostro io egoista che si impone) e far emergere il nostro io profondo, il nostro vero io che è capace di amare disinteressatamente e che è collegato con tutta la realtà.

  • 8) Saper riconoscere le strutture di peccato cioè ciò che nella società degli uomini è ingiustizia e dominio e impegnarsi per costruire la giustizia.

  • 9) Promuovere la pace nelle relazioni sociali agendo nello spirito della nonviolenza attiva di cui parla Gesù nelle beatitudini.

  • 10) Coltivare in sé e intorno a sé i valori evangelici: povertà come semplicità volontaria, mitezza, misericordia, purezza di cuore, nonviolenza, perdono, non giudizio, fiducia, amore fedele, pace interiore, autenticità nella relazioni, non paura, non affanno, gioia.

 

Alcuni spunti biblici:

 

  • 1) “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date”. (Matteo 10,8)

  • 2) “Lo Spirito stesso attesta al nostro spirito che siamo figli di Dio”. (Romani 8,16)

  • 2) “Chi ama è generato da Dio”. Prima lettera di Giovanni 4,7

  • 3) “Tutte le cose cono state create per mezzo di Lui e in vista di Lui, [ … ] e tutte sussistono in lui”. (Lettera ai Colossesi 3, 16-17)

  • 5) “Dio vuole che tutti gli uomini siano salvati e giungano alla conoscenza della verità” (Prima lettera a Timoteo 2, 4)

  • 5) “Dio è amore” (Prima Lettera di Giovanni 4,8)

  • 7) “ Vi siete infatti spogliati dell'uomo vecchio con le sue azioni e avete rivestito l'uomo nuovo, che si rinnova [ … ] a immagine del suo creatore” (Lettera ai Colossesi 3,9-10)

  • 7) “Non ti meravigliare se ti ho detto: dovete rinascere dall'alto” (Giovanni 3,7)

  • 7) “Chi vorrà salvare la propria vita la perderà, chi perderà la propria vita per me la salverà. che giova all'uomo guadagnare il mondo intero se poi si perde o rovina se stesso?” (Luca 9, 24-25)

  • 8) “Ha spiegato la potenza del suo braccio, ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore; ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili; ha ricolmato di beni gli affamati, ha rimandato a mani vuote i ricchi”. (Luca 1,51-53)

  • 9) “Forgeranno le loro spade in vomeri, le loro lance in falci; un popolo non alzerà più la spada contro un altro popolo, non si eserciteranno più nell'arte della guerra” (Isaia 2,4)

  • 10) “Beati i poveri in spirito, i miti, i misericordiosi, i puri di cuore, gli operatori di pace” (Matteo 5, 3-9), “Perdona fino a settanta volte sette” (Matteo 18,22) “Non giudicate” (Vangelo di Matteo 7,1), “Amate i vostri nemici” (Matteo 5,44), “Non abbiate paura” (Matteo 10,28), “Non affannatevi” (Matteo 6,25.31.34), Nessuno vi potrà togliere la vostra gioia [ … ] la vostra gioia sia piena (Giovanni 16, 23-24)

Joomla templates by a4joomla